21 maggio 2011 - Cronaca

Diegoli e Altieri su furti e sicurezza

Entrambi bocciano la proposta delle ronde

Occhiobello. “Fa sorridere che si propongano le ronde – aggregazioni spesso improvvisate, non preparate e non risolutive ai problemi di sicurezza del territorio - al posto della videosorveglianza che ha oggettivamente risultati apprezzabili e duraturi nel tempo. Le telecamere sono un investimento concreto che continueremo a sostenere e incrementare con l’intenzione di monitorare, per quanto possibile, altri luoghi del patrimonio pubblico”.
Così Davide Diegoli, assessore politiche della sicurezza, e Franco Altieri, presidente commissione consiliare sicurezza.
“Riteniamo improprio equiparare S. Maria Maddalena a Ferrara per la criminalità – sostengono -, ci confortano gli ultimi dati che ci hanno comunicato le forze dell’ordine che dimostrano un calo rispetto agli anni precedenti. Gli eventi enfatizzati negli articoli di stampa si sono verificati nel passato, il cimitero di S. Maria Maddalena è videosorvergliato e non ci risultano episodi come quelli descritti, il viale dei Nati non è semplice da controllare, tuttavia è sempre consigliabile una certa accortezza nel non lasciare oggetti di valore in auto da parte dei frequentatori”.
Richiamando i concetti di ‘tutela dei cittadini’ e di ‘investimenti per una maggiore sicurezza’ citati negli articoli, rimarcano: “crediamo sia necessario proseguire sulla strada intrapresa da tempo, quella della collaborazione fra l’amministrazione comunale, che riserva risorse significative alla sicurezza del territorio, e l’importante lavoro e la professionalità delle forze dell’ordine, con le quali collaboriamo assiduamente”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.

Accadde oggi