14 aprile 2011 - Cronaca

Messa in ricordo del capitano Massimo Ranzani

Venerdì 15 nella chiesa di Santa Maria Maddalena

Sono stati ricordati a Roma nella basilica di San Marco Evangelista al campidoglio, gli alpini Massimo Ranzani e Matteo Miotto, militari deceduti in Aghanistan. Il presidente dell’associazione veneti a Roma, il polesano Claudio Modena, ha pronunciato parole accorate durante la funzione religiosa, alla quale erano presenti Gabriella e Mario Ranzani, accompagnati dal sindaco Chiarioni: “Questi uomini hanno scritto sulla roccia delle montagne i loro ideali e anche i loro sogni. Ideali scritti per noi italiani per non farci mai dimenticare i ragazzi che hanno sacrificato la vita per l’Italia e per la pace nel mondo. Massimo e Matteo rappresentano la migliore gioventù”.

Una santa messa sarà celebrata anche venerdì 15 aprile alle 19 nella chiesa di S. Maria Maddalena, a poco più di un mese dalla morte del capitano Ranzani. “Arriveranno molti compagni di Massimo, assieme al colonnello Giovanni Coradello del quinto reggimento alpini di Vipiteno – dice con orgoglio papà Mario al rientro da Roma -, la messa nel nostro paese sarà un’altra sentita occasione per ricordare nostro figlio e il suo sacrificio”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.